Due anni di Penne Blu

Ho iniziato qui due anni fa esatti, con una gran paura addosso. Paura di scrivere, paura di scoprirmi, paura di essere criticata, paura di scoprire che alla fine non gliene importa niente a nessuno di quello (poco) che ho da dire.

Ho sempre un sacco di paura. Perchè mi sembra che scrivere sia una cosa molto intima, anche quando parlo di altro, e ho paura di svelarmi. Di fare tutto lo sforzo e alla fine della trafila essere fraintesa, o ignorata.

Un po’ ho imparato a mascherarlo. Ma non tanto.

Il post più letto e più condiviso è questo, che non ho nemmeno scritto io, l’ho solo tradotto.

I miei preferiti invece sono questo su Un’altra storia che avrebbe potuto essere ma poi probabilmente non sarà, questo sulla mia Torino che amo e che mi manca tanto, questo su quello che avrei voluto scrivere se solo avessi avuto il coraggio, che non ho.

Sono felice di ogni commento che mi avete lasciato, sono i regali più belli che si possano ricevere, specialmente per un secondo compleanno come questo. Sono infinitamente grata per tutte le persone che ho incontrato nel corso di questa avventura e per i blog favolosi che ho avuto la fortuna di scoprire. Sono felice di ogni volta che siete passati a leggermi, senza dirmelo e senza farvi vedere. Spero di essere riuscita a trasmettere qualcosa (se poi vi ho trasmesso voglia di leggere un bel libro, ho vinto).

Passate a trovarmi, ogni tanto. Io son qui, con la mia paura di scrivere.

2011-06-25 23.13.34

P.S.

Oggi è la Giornata della Memoria. Andate a procurarvi “La Società Letteraria di Guernsey”, un romanzo epistolare che racconta la vita in una delle Isole del Canale durante l’occupazione nazista. La guerra è una cosa orribile e raccapricciante, qualunque cosa abbia da dirne Hemingway, ma questo è uno dei racconti più delicati, dolci e ricchi di uanità che mi sia capitato di trovare. La prossima volta vi spiego bene perchè vale la pena leggerlo. Promesso.

Annunci

4 thoughts on “Due anni di Penne Blu

  1. Scrivere è uno spazio aperto sul mondo , ma anche sull’anima, la propria, sul cuore, il proprio. tu lo sai fare bene, con delicatezza e acutezza. Continua, non smettere. anche quando quello che scrivi non ti piace …mettilo in un cassetto, tienilo da parte….un giorno lo rileggerai e scoprirai che non era poi cosi male….un abbraccio e buon compleanno alla penna blu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...