Una cosa seria

Poi la finisco con il Salone del Libro, promesso.

Ma il secondo giorno, dal momento che la coda per il bagno delle signorine era sterminata e a certi richiami proprio non si puo’ resistere, da brava educanda timorata di Dio quale sono ho deciso di andare nel bagno dei maschi.

Che li’ la coda non c’e’ neanche a impegnarsi.

E la mia sfacciataggine e’ stata premiata da questo capolavoro di arte murale:

E io, che sono proprio una signorina per bene, l’ho fotografata.

Dopo ho incontrato Coppola (quello che ha detto “Biennale Democrazia bisognerebbe trasformarla in un appuntamento annuale”, come se “Biennale” fosse il nome e “Democrazia” il cognome, invece di una indicazione di scadenza biennale) nel padiglione 2, volevo quasi fermarlo e fargli vedere la foto, ma non mi sono osata. Ma prima o poi in bagno ci dovra’ andare pure lui, no?

Annunci

4 thoughts on “Una cosa seria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...