With dearest love, Daddy

Scott insieme alla figlia, 1924

Da una lettera di Scott Fitzgerald alla figlia Frances, detta Scottie, di dieci anni:

“Cose di cui preoccuparsi:

Preoccupati del coraggio
Preoccupati della pulizia
Preoccupati dell’efficienza
Preoccupati dell’equitazione

Cose di cui non preoccuparsi:

Non ti preoccupare dell’opinione popolare
Non ti preoccupare delle bambole
Non ti preoccupare del passato
Non ti preoccupare del futuro
Non ti preoccupare di diventare grande
Non ti preoccupare che gli altri ti passino davanti
Non ti preoccupare del trionfo
Non ti preoccupare del fallimento a meno che non sia avvenuto per colpa tua
Non ti preoccupare dei moscerini
Non ti preoccupare delle mosche
Non ti preoccupare degli insetti in generale
Non ti preoccupare dei genitori
Non ti preoccupare dei ragazzi
Non ti preoccupare delle delusioni
Non ti preoccupare dei piaceri
Non ti preoccupare delle soddisfazioni

Cose a cui pensare:

Qual è il mio vero scopo?
Quanto sono brava, sinceramente, in paragone ai miei coetanei per quanto riguarda:

(a) La scuola
(b) Capisco le persone e mi sforzo di andare d’accordo con loro?
(c) Cerco di rendere il mio corpo uno strumento utile o lo sto trascurando?

Con tanto affetto,

Papà”

La versione originale della lettera si trova in F. Scott Fitzgerald: A Life in Letters: A New Collection Edited and Annotated by Matthew J. Bruccoli, Scribner; la traduzione è mia. Grazie a Shaun Usher, che oltre al meraviglioso sito Letters of Note ora cura anche Lists of Note. Fateci un giro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...